Dr. Steven Greer: Tecnologia Aliena

Quando si parla di civiltà che vengono da sistemi stellari distanti centinaia o migliaia di anni luce da noi, e si trovano sulla Terra o nell’atmosfera, si deve capire che questi esseri hanno una comprensione della cosmologia e della fisica che va molto oltre l’attuale riduzione materialistica della scienza ufficiale e volge più verso l’antica conoscenza vedica. Questa conoscenza affonda le sue radici nella scienza della consapevolezza e della transdimensionalità e dei tipi di energia che la materia può catturare in determinate condizioni.
Questo è esattamente ciò a cui la gente fa riferimento quando ha assistito a manifestazioni ufo (termine coniato dall’intelligence per definire oggetti volanti non identificati [neanche da loro]).

carlosufolarge

Se si va a ricercare e leggere le documentazioni circa gli ufo e i testi antichi sui veda, si può scoprire che questi oggetti attraversano la materia, vanno attraverso montagne o si gettano in picchiata entrando nella terra quando invece dovrebbero disintegrarsi, secondo la nostra conoscenza.
Queste navi hanno una interfaccia che interagisce direttamente con la coscienza degli occupanti e ciò permette di rilocalizzarsi o di cambiare forma, e ci sono diversi casi a dimostrare ciò (come navi ed esseri in diverse posizioni del globo nello stesso momento, vedi archivi del Disclosure Project).
Tali eventi sono, per la fisica ufficiale, inspiegabili e creano confusione ma non se si va a studiare i testi antichi, se si studia la coscienza e consapevolezza, se si studia la scienza cosmologica che le civiltà extraterrestri utilizzano per muoversi tra sistemi solari e galassie.

Una cosa che a volte può rendere la gente confusa è “di che tipo di materia o forma sono composte queste navi”. Non sarebbero in grado di fare ciò che fanno, cambiare direzione a 10.000 km/h senza rallentare, fondersi col terreno, materializzarsi e scomparire se fossero fatte di metallo come un aereo di linea. Esse sono fatte come di energia al plasma, sono fatte di luce ma comunque con una forma. Esse sono di un materiale che risuona e vibra a una frequenza che è più veloce rispetto a quella della materia e per questo sono in grado di attraversare la materia intatte.
Eventi come l’apparizione di una nave e la sua sparizione all’interno del terreno sono narrati estensivamente sia nella letteratura ufologica che in quella antica ma non si tratta di apparizioni, si tratta di eventi materiali e tangibili e, attualmente, siamo anche in grado di spiegare la scienza dietro ad essi.

nave luce

Il motivo per cui la scienza ufficiale non è stata in grado di trovare spiegazioni è perchè ciò non è contemplato nel tempo lineare della tridimensionalità e la velocità della materia, dell’elettrone e della luce sono semplicemente troppo lente per ogni civiltà che voglia stabilire un proprio nuovo paradigma e attraversare le galassie. Perchè se si rimane a questa intensità di vibrazione della materia e a questa velocità, diciamo sotto le 186.000 miglia al secondo (velocità della luce), non potresti andare da un sistema solare ad un altro a, per esempio, un milione di anni luce di distanza da qui. Facendo un esempio, se per esempio volessimo raggiungere Andromeda, 2,5 milioni di anni luce dalla terra, anche se viaggiassimo alla velocità della luce ci metteremmo 2 milioni e mezzo di anni per arrivarci e altri 2 milioni e mezzo per tornare a casa, 5 milioni di anni in tutto.

Pertanto stiamo chiaramente avendo a che fare con una comprensione della scienza e della tecnologia che va oltre la frontiera della luce. Quando attraversi questo “crossing point of light” entri in una stanza che è l’aspetto transdimensionale della realtà e si entra in ciò che i mistici e gli studiosi antichi chiamano l’energia basta sull’astrale ed è tecnologico, ed è scientifico. Questo è ciò che fronteggiamo quando abbiamo a che fare con civiltà extraterrestri ed è ciò che il dottor Josef Allen Hynek, astronomo e astrofisico che ha lavorato per l’Air Force e che si è occupato del cover-up durante Progetto Blue Book e che poi ha deciso di rivelare tutto, chiama “high strangeness” perchè per il suo paradigma scientifico tutto ciò era molto strano. Allo stesso modo la CIA e altre agenzie governative americane chiamano questi fenomeni WSFM (es. Weird Science and Freaking Magic, scienza stramba e strana magia), perchè sono transdimensionali, anti gravitazionali e ad energia libera.

Queste tecnologie non sono del tutto estranee all’interno dei programmi segreti governativi, tant’è che alcuni tipi di veicoli antigravitazionali ad energia libera sono stati riprodotti e sono disponibili, ma liberare le informazioni circa lo sviluppo di fonti di energia sostenibili e gratuite porterebbe alla morte del sistema finanziario basato sul petrolio e i carburanti fossili.

Un’altra cosa interessante è il metodo di contatto tra e con gli esseri di altre civiltà: esso non avviene attraverso radio o antenne, l’antenna siamo noi, un’antenna biologica che comunica attraverso la propria coscienza e consapevolezza, in maniera immediata da qualunque distanza. Spesso nel momento del contatto si può percepire questa ondata di energia elettromagnetica colpirci e il messaggio apparire nella nostra mente.

Tutto ciò rientra nella scienza della transdimensionalità e nella scienza della consapevolezza.


Per Approfondire:
Dr. Steven Greer’s Disclosure Project

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *