Bill Hicks e la ricerca della verità

20 anni fa, oggi, moriva una persona che è stata ed è tuttora importantissima per la mia crescita.
Si tratta di un comico texano molto controverso al suo tempo, che ha avuto molto successo in Europa e relativamente poco successo fino a questi ultimi anni in America, venendo spesso censurato dalla televisione e costretto ad esibirsi in piccoli locali.

Come spesso accade anche ora, le idee fuori dalla scatola, le verità che ci introducono ad un pensiero critico e ad una evoluzione personale di consapevolezza, l’inizio di un risveglio, quell’awakening di cui si parla tanto, arrivano dalle persone prese meno seriamente, i comici.
Ed è proprio per questo che possono arrivare da loro, perchè hanno la possibilità di dire ciò che pensano e ciò che la gente non vuole sentire senza essere presi per pazzi.

Il comico di cui parlo è William Melvin Hicks, meglio conosciuto come Bill Hicks.

Bill, nel suo repertorio, era stato in grado di inserire un enorme numero di tematiche contemporanee, sociali e spirituali tali da rendere i suoi spettacoli, di fatto, un’apertura di senso sul mondo esterno ed interno.

Tematiche contemporanee

Partendo dalle tematiche contemporanee del suo tempo, Bill fu famoso per le sue critiche riguardo all’esercito americano, all’operato del governo, all’inganno perpetrato dai poteri e dai media mainstream. Parlò a lungo dell’assassinio di Kennedy, del modo in cui i media e i governi americano ed inglese avevano mascherato la Guerra del Golfo, di come avevano armato loro stessi gli Iracheni e di come le news facessero apparire l’intera vicenda.

kennedy

Di qui il salto verso la guerra alla droga e al rock’n’roll fu breve, dove Hicks si battè perchè l’alcol (dalla cui dipendenza si era liberato) fosse finalmente considerato come una peggior droga della marijuana, sicuramente più pericoloso per sè e per gli altri.

Fu avverso al marketing come forma di programmazione mentale e di come il consumismo avesse reso la gente schiava dei soldi e di prodotti dannosi.
Essendo un amante della musica, ovviamente fu avverso anche alle nuove pop e rockstar che nascevano a inizio anni 90, cantanti commerciali che lui reputava mediocri e che facevano pubblicità per grandi marchi.
money

Tematiche spirituali

Ma la parte più importante, per me, della dialettica di Bill Hicks riguarda le tematiche spirituali, che lui ha sempre mascherato all’interno di altre battute.

Una battuta ricorrente era quella di una “storia positiva di droga al telegiornale”: il concetto che esprime in questa battuta è esattamente ciò di cui parla l’intera evoluzione e l’intero risveglio spirituale che stiamo compiendo noi in questi mesi/anni.

Oggi un ragazzo sotto acido ha realizzato che tutta la materia è nient’altro che energia condensata a una vibrazione lenta, che noi siamo tutti un’unica coscienza che fa esperienza di sè in modo soggettivo; non c’è nulla come la morte, la vita è solo un sogno e noi siamo l’immaginazione di noi stessi.

In un’altro spezzone racconta, in maniera scherzosa, di aver visto 7 sfere di luce (allucinazione che racconta di aver realmente vissuto insieme a due amici) che lo hanno portato su un UFO e gli hanno spiegato telepaticamente che “Siamo tutti uno e non esiste la morte”.

E la storia della vita come un’illusione, come un’esperienza, e dell’altro come “diverso aspetto di me/pezzetto della stessa coscienza di cui faccio parte io”, che tra l’altro rientra come discorso di fondo in molti culti/superstizioni (cristiana inclusa), seppur i poteri dietro le religioni cerchino sempre di ricamarci sopra dogmi che si scostino dal messaggio di fondo per poterci creare gerarchie, è fondamentale nella visione del mondo che Bill cerca di mostrare.

L’esempio più famoso e più incoraggiante per affrontare la vita e le sue sfide è senza dubbio “It’s just a ride”, con il quale chiudo questo articolo:

Il mondo è come una giostra in un parco giochi e quando decidi di salirci pensi che sia reale, tanto potenti sono le nostre menti. E la giostra va su e giù, gira intorno, è emozionante ed è molto luminosa, colorata e rumorosa; ed è divertente, per un pò. Molte persone sono state sulla giostra per un tempo lungo e iniziano a chiedersi “è reale o è solo un giro di giostra?” e altre persone hanno ricordato e sono venute da noi e hanno detto “Ehy, non preoccuparti, non avere paura, mai, perchè è solo un giro di giostra”. E noi..uccidiamo queste persone. “Fatelo tacere! Ho investito molto in questo giro di giostra, zittitelo! Guarda le mie rughe della preoccupazione, il mio grosso conto in banca, e la mia famiglia. Questo DEVE essere vero”. Ma è solo un giro di giostra. Ma noi uccidiamo sempre le persone che cercano di dircelo, l’avete notato? E lasciamo i demoni girare per strada..però non importa perchè è solo un giro di giostra. E possiamo cambiarlo in qualunque momento lo vogliamo. E’ solo una scelta. Nessun impegno, nessun lavoro, nessuna occupazione, nessun risparmio. Solo una scelta, ora, tra paura e amore. Gli occhi della paura vogliono che mettiate lucchetti più grandi alle vostre porte, compriate pistole, vi barrichiate. Gli occhi dell’amore, invece, vedono tutti noi come un’unica cosa. Ecco cosa possiamo fare per cambiare il mondo, proprio ora, per renderlo una giostra migliore. Prendiamo tutti i soldi che spendiamo in armi e difesa ogni anno e invece usiamoli per nutrire e vestire ed educare tutti i poveri del mondo, e i soldi basterebbero per farlo molte volte una dietro l’altra, nessun essere umano escluso, e potremo esplorare lo spazio, insieme, sia dentro che fuori, per sempre, in pace.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *