Nulla è solido e tutto è energia – CollectiveEvolution

hands-energy
A riguardo è stato già scritto, più e più volte, ma non può essere enfatizzato abbastanza. Il mondo della fisica quantistica è un mondo misterioso che fa chiarezza sulla verità della nostra realtà in modi che sfidano i confini della conoscenza comune.

Ciò che percepiamo come il nostro mondo fisico e materiale in realtà non è per niente né fisico né materiale, anzi è molto lontano dall’esserlo. Ciò è stato provato più e più volte da diversi Premi Nobel della fisica (tra cui diversi scienziati da tutto il mondo), uno dei quali è Niels Bohr, un fisico danese che ha portato significativi contributi alla comprensione della struttura atomica e alla teoria dei quanti.

“Se la meccanica dei quanti non ti ha profondamente shockato, non l’hai ancora capita. Tutto ciò che definiamo reale è fatto di cose che non possono essere considerate reali.” – Niels Bohr

Alla volta del diciannovesimo secolo, i fisici hanno iniziato ad esplorare la relazione tra energia e la struttura della materia. Facendo questo, la convinzione in un universo fisico, materiale e newtoniano, che è stato al centro della conoscenza scientifica, è stata abbandonata ed è stata rimpiazzata dalla realizzazione che la materia non è nient’altro che un’illusione. Gli scienziati hanno iniziato a riconoscere che tutto nell’Universo è fatto di energia.

“Malgrado il successo empirico della teoria dei quanti sia senza rivali, la proposta che essa possa effettivamente essere la reale descrizione della natura è ancora accolto con cinismo, incomprensione e perfino rabbia.” (T. Folger, “Quantum Shmantum”; Discover 22:37-43, 2001)

I fisici della teoria quantistica hanno scoperto che gli atomi fisici sono fatti di vortici di energia che ruotano e vibrano costantemente, ognuno dei quali emanando la sua univoca firma energetica. Pertanto, se davvero volessimo osservare noi stessi e scoprire cosa siamo, vedremmo che siamo esseri di energia e vibrazioni, emananti un proprio segnale energetico distintivo – questo è un fatto ed è ciò che la fisica quantica ci ha mostrato diverse volte. Noi siamo molto più di ciò che percepiamo essere, ed è tempo che iniziamo a vedere noi stessi in questa luce. Se osserviamo la composizione di un atomo con un microscopio vediamo un piccolo, invisibile vortice simile a un tornado, con un numero infinitamente piccolo di vortici di energia chiamati quark e fotoni. Ciò è quello che compone la struttura di un atomo. Se ci si avvicina ancora e ancora alla struttura dell’atomo, non vedremmo niente, osserveremmo un vuoto fisico. L’atomo non ha una struttura fisica, noi non abbiamo una struttura fisica, le cose fisiche non hanno davvero una struttura fisica! Gli atomi sono fatti di energia invisibile, non di materia tangibile.

“Fatela finita e accettate l’indiscutibile conclusione. L’universo è fatto di immateriale-mentale e spirituale” (1) – Richard Conn Henry, Professor of Physics and Astronomy at Johns Hopkins University (citazione da “the mental universe)

E’ un pò paradossale, no? La nostra esperienza ci dice che la nostra realtà è fatta di cose materiali e fisiche e che il nostro mondo esiste oggettivamente e indipendentemente. La rivelazione è che l’universo non è l’assemblaggio di parti fisiche, come suggerito dalla fisica newtoniana, e invece deriva da una compenetrazione olistica di flussi di onde di energia immateriale come suggerito dal lavoro di Albert Einstein, Max Planck e Werner Heisenbeg, trai tanti.

Everything is Energy

Il ruolo della Coscienza nella Meccanica Quantistica

Che cosa significa che la nostra realtà fisica non è, in verità, fisica per niente? Può significare un sacco di cose, e concetti così non possono essere esplorati se gli scienziati rimangono nei confini del solo percepito mondo esistente, il mondo che vediamo. Come Nikola Tesla, apparentemente, disse:

“Il giorno che la scienza inizierà a studiare i fenomeni non-fisici, farà più progressi un un decennio rispetto a quelli di tutti i secoli precedenti della sua esistenza.”

Fortunatamente, molti scienziati hanno già fatto il salto e hanno iniziato a interrogarsi sul significato e le implicazioni di ciò che abbiamo scoperto con la fisica dei quanti. Una di queste potenziali rivelazioni è che “l’osservatore plasma la realtà”.

Una conclusione fondamentale della nuova fisica riconosce anche che l’osservatore crea la realtà. Come osservatori, noi siamo personalmente coinvolti nella creazione della nostra propria realtà. I fisici stanno venendo forzati ad ammettere che l’universo è una costruzione “mentale”. Il pioniere della fisica Sir James Jeans scrive: “Il flusso della conoscenza sta indirizzandosi verso una realtà non-meccanica; l’universo inizia a sembrare più un grande pensiero che una grande macchna. La mente non appare più come un intruso accidentale nel reame della materia, noi pensiamo che sia più corretto dichiararla la creatrice e la governante del reame della materia stesso. (R. C. Henry, “The Mental Universe”; Nature 436:29, 2005)

Un grande esempio che illustra il ruolo della coscienza nel mondo fisico materiale (che sappiamo non essere così fisico) è l’esperimento della doppia fessura. Questo esperimento è stato usato molte volte per esplorare il ruolo della coscienza nel dar forma alla natura della realtà fisica. (2)

Un sistema ottico a doppia fenditura è stato usato per testare il possibile ruolo della coscienza nel collasso della funzione-onda dei quanti. Il rapporto dello schema di interferenza dello spettro di potenza della doppia fenditura rispetto a quello dello spettro di potenza della fenditura singola era previsto diminuire quando l’attenzione sarebbe stata spostata verso la doppia fenditura invece che via da essa. Lo studio trovò che i fattori associati alla coscienza, come la meditazione, l’esperienza, i marcatori elettrocorticali dell’attenzione focalizzata, e i fattori psicologici come l’apertura e l’assorbimento, erano fortemente correlati in modi previsti con le perturbazioni nello schema di interferenza della doppia fenditura. (2)

Questo era solo l’inizio. Ho scritto un altro articolo all’inizio di quest’anno che ha molte più informazioni con fonte a riguardo del ruolo della coscienza e il nostro mondo fisico materiale:

10 Scientific Studies That Prove Consciousness Can Alter Our Physical Material World.

snoozecube-background

Che significato ha?

Il significato di questa informazione è per noi di svegliarci e realizzare che siamo tutti energia, che irradiamo una nostra unica sigla energetica. Sentimenti, pensieri ed emozioni giocano un ruolo vitale, la fisica quantica ci aiuta a vedere l’importanza di come tutti ci sentiamo. Se tutti noi siamo in uno stato interno di pacifico amore, ciò avrà senza dubbio un impatto nel mondo esterno intorno a noi e influenzerà anche il modo in cui gli altri si sentono.

“Se vuoi sapere i segreti dell’universo pensa in termini di energia, frequenza e vibrazione.”– Nikola Tesla.

Studi ci hanno mostrato che emozioni positive e operare da uno spazio di pace con sé stessi può portare a un’esperienza davvero diversa per la persona che emette queste emozioni e per quelle attorno a lei. A livello subatomico, la frequenza vibratoria cambia la manifestazione nella realtà fisica? Se sì, in quale modo? Conosciamo che un atomo cambia il suo stato, assorbe o emette frequenze elettromagnetiche che sono responsabili del suo cambio di stato. Diversi stati di emozioni, percezioni e sentimenti risultano in differenti frequenze elettromagnetiche? Sì! Ciò è stato provato. (3)

QUI c’è un grande video che tocca ciò che sto cercando di spiegare. Siamo tutti connessi

“Spazio è solo un costrutto che ci dà l’illusione che ci siano oggetti separati” Dr. Quantum (fonte)

Fonti:

(1) The Mental Universe

(2) Physics Essays: Double-slit

(3) The Energetic Heart: bioelectromagnetic communication within and between people

Secrets of the Universe unlocked


Collective Evolution
Arjun Walia

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *